Con il nuovo iperammortamento 4.0, gli imprenditori hanno la possibilità di beneficiare di un bonus ammortamento pari al 250% della spesa effettuata.

Ciò significa che con l’iperammortamento 2017 le spese inerenti a Industria 4.0, ossia, i settori altamente innovativi, saranno ammortizzabili negli anni per un importo pari al 250% del loro valore.

Gli investimenti devono avvenire nei settori di:

  • meccatronica;
  • robotica;
  • Dati grandi;
  • sicurezza informatica;
  • nanotecnologie;
  • sviluppo di materiali intelligenti;
  • stampa 3D;
  • Internet.

Iperammortamento 250% 2017: vediamo come funziona?

Con la Legge di Bilancio 2017 è stata prorogata l’agevolazione che consente di portare in detrazione in dichiarazione dei redditi gli acquisti di beni strumentali e, sulla base delle novità normative, è stato introdotto il nuovo iperammortamento al 250 per cento, il cosiddetto Super ammortamento maggiorato legato all’acquisto di beni rientranti nei progetti di Industria 4.0.

Scarica la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico >> iperammortamento 4.0

Ma qual è l’elenco completo dei beni agevolabili e che beneficiano del iperammortamento 4.0 ?

  • macchine utensili per asportazione;
  • macchine utensili operanti con laser e altri processi a flusso di energia (ad esempio plasma, waterjet, fascio di elettroni), elettroerosione, processi elettrochimici;
  • macchine e impianti per la realizzazione di prodotti mediante la trasformazione dei materiali e delle materie prime;
  • macchine utensili per la deformazione plastica dei metalli e altri materiali;
  • macchine utensili per l’assemblaggio, la giunzione e la saldatura;
  • macchine per il confezionamento e l’imballaggio;
  • macchine utensili di de-produzione e riconfezionamento per recuperare materiali e funzioni da scarti industriali e prodotti di ritorno a fine vita (ad esempio macchine per il disassemblaggio, la separazione, la frantumazione, il recupero chimico);
  • robot, robot collaborativi e sistemi multi-robot;
  • macchine utensili e sistemi per il conferimento o la modifica delle caratteristiche superficiali dei prodotti o la funzionalizzazione delle superfici;
  • macchine per la manifattura additiva utilizzate in ambito industriale;
  • macchine, anche motrici e operatrici, strumenti e dispositivi per il carico e lo scarico, la movimentazione, la pesatura e la cernita automatica dei pezzi, dispositivi di sollevamento e manipolazione automatizzati, AGV e sistemi di convogliamento e movimentazione flessibili, e/o dotati di riconoscimento dei pezzi (ad esempio RFID, visori e sistemi di visione e meccatronici);
  • magazzini automatizzati interconnessi ai sistemi gestionali di fabbrica.

Le aziende attraverso questo incentivo, potranno così acquistare il nuovo bene strumentale fino al 30 giugno del 2018, e ricevere un bonus ammortamento pari al 250% della spesa, solo se l’ordine (e non la fattura per intero) con il relativo acconto sia superiore al 20% e venga registrato e versato entro il 31 dicembre 2017.

CE srl Costruzioni elettroniche si occupa, da oltre 50 anni della progettazione e della produzione elettronica industriale custom, in particolar modo le tipologie di macchine appena sopraelencate, che prevedono:

  • controllo per mezzo di CNC (Computer Numerical Control) e/o PLC (Programmable Logic Controller),
  • interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o partprogram,
  • integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o con altre macchine del ciclo produttivo
  • interfaccia tra uomo e macchina semplici e intuitive,
  • rispondenza ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene del lavoro.

Per poter usufruire del iperammortamento occorre quindi rispettare il requisito dell’interconnessione: il bene, cioè, potrà essere “iperammortizzato” se, oltre ad essere entrato in funzione, sarà interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

Contattaci per maggiori informazioni info@cesrl.it